Tlatelolco 1968 – il prezzo della libertà

50 anni fa, nel quartiere di Tlatelolco a Città del Messico, più di 300 manifestanti venivano uccisi

 dalle forze dell’ordine nella piazza delle tre culture.

Il 2 ottobre 1968, a pochi giorni dall’inizio dei giochi olimpici di Città del Messico, più di 200.000 studenti scesero in piazza per protestare contro la situazione socio-politica messicana e per contestare l’uso strumentale che il governo messicano voleva fare dei giochi.
I fatti che seguirono passarono alla storia come il “Massacro di Tlatelolco”, ce li racconta a fumetti la giovane autrice messicana Monica Bellido Mora, che ha adattato per noi il reportage di una giornalista italiana presente quel giorno…
Versión en español al pie de la página.
[Tlatelolco 1968 – il prezzo della libertà-PDFita]

Mónica Bellido Mora

Giovane e poliedrica artista messicana, ha fatto i suoi studi in Belle Arti all’Università Nazionale Autonoma del Messico. Recentemente ha collaborato con la Casa Editrice Becco Giallo, con la quale ha realizzato un’installazione disegnata presso la stazione di Padova nell’ambito del progetto Street Geography, curato dall’Università di Padova.
Questo è il suo primo fumetto.
Vive e lavora a Barcellona.