Scarpe

Una storia breve di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso che parla di accoglienza, di contraddizioni e di pregiudizi.

Tre anni prima dell’uscita di Salvezza (il primo reportage a fumetti sul salvataggio dei migranti nel Mediterraneo), i due autori dicevano già la loro sulla questione accoglienza, con una storia breve candidata nel 2016 al Gran Guinigi di Lucca Comics&Games.

Scarpe è estratta dall’antologia La traiettoria delle lucciole (BeccoGiallo 2015)Marco Rizzo
Giornalista e scrittore trapanese, è tra gli sceneggiatori italiani più prolifici nel filone del “Graphic Journalism”.
Ha ricostruito a fumetti le vite di Peppino Impastato, Che Guevara, Marco Pantani, Jan Karski, Mauro Rostagno e Ilaria Alpi, principalmente in collaborazione con Lelio Bonaccorso.
Autore di diversi brevi reportage a fumetti, ha firmato per Feltrinelli Comics Salvezza, racconto sull’esperienza a bordo della nave di soccorso migranti Aquarius.
E’ autore delle “fiabe di impegno civile” L’immigrazione spiegata ai bambini, La mafia spiegata ai bambini e L’ecologia spiegata ai bambini, edite da BeccoGiallo, e ha firmato saggi, inchieste testi teatrali e un romanzo (Lo scirocco femmina, Laurana). Ha inoltre collaborato con L’unità, Giornale di Sicilia, La Lettura, Wired.
Le sue opere sono state tradotte all’estero e nel corso della sua carriera ha vinto il Premio Micheluzzi del Napoli Comicon (con la prima edizione di Ilaria Alpi, il prezzo della verità), il premio Boscaratto, il premio della satira di Forte dei Marmi, il Premio Giancarlo Siani, il francese Cezam e diversi altri riconoscimenti.

Lelio Bonaccorso
Fumettista, illustratore e insegnante presso le Scuole del Fumetto di Palermo e Messina.
Esordisce con un progetto di lungo respiro proprio con Peppino Impastato, un giullare contro la mafia (Beccogiallo, 2009). La collaborazione si rinnova nel 2011 con Gli ultimi giorni di Marco Pantani (Rizzoli Lizard), Primo (Edizioni BD), Que viva el Che Guevara (Beccogiallo), su una versione illustrata a puntate di Gli Arancini di Montalbano apparsa su La Gazzetta dello Sport e nel 2014 su Jan Karski l’uomo che scoprì l’Olocausto (Rizzoli Lizard), con i libri per ragazzi La Mafia spiegata ai bambini(BeccoGiallo, 2012), L’immigrazione spiegata ai bambini (BeccoGiallo, 2016), nel 2016 con The Passenger (Tunué) e nel 2018 con Salvezza (Feltrinelli).
Nel 2012 disegna storie brevi per Marvel e DC Comics e rappresenta l’Italia nel volume corale Webtrip per il Festival del Fumetto di Lione. Ha collaborato, inoltre, con La Lettura, Wired e Pearson Publishing. Nel 2014 pubblica 419 Africa Mafia per Ankama Editions, sceneggiato da Loulou Dédola. Nel 2017 assieme a Fabio Brucini ha realizzato il reportage grafico Sinai (BeccoGiallo).